asst brianzaVirtuani (PD): "Dopo mesi di lavoro, è davvero una delusione il lavoro che la Regione Lombardia, guidata dalla Lega, ha realizzato per risolvere i danni causati alla sanità dalla Riforma di Maroni del 2015" dichiara Pietro Virtuani, segretario PD Monza e Brianza "ASST Brianza così rischia di essere una scatola vuota, non una occasione per rilanciare i servizi per i cittadini di Monza e Brianza".

mb aerea 2Ponti (Pd): Il crollo dell’indice della qualità della vita di 55 posizioni, stilato come ogni anno dal Sole 24 ore, in Brianza impone interventi immediati da parte della Regione.

usca mbRegistriamo con soddisfazione l’apertura da parte del Presidente Santambrogio rispetto alla nostra richiesta di un allargamento della cabina di regia per affrontare la gestione dell’emergenza sanitaria sul territorio – questo il commento di Vincenzo Di Paolo, capogruppo di BrianzaReteComune in Consiglio Provinciale, in merito all’Assemblea dei Sindaci che si è svolta martedì 17.

Hotel CovidPonti (Pd): Dovevamo aspettare che il Governo proponesse un Hotel Covid in ogni Provincia per perfezionare l’organizzazione della rete sanitaria di Monza e Brianza?

canali non ufficialiVirtuani e Di Paolo: “La nostra provincia è in una condizione di reale emergenza: gli ospedali stanno scoppiando, il personale medico è insufficiente, ma di questo in Assemblea dei Sindaci non se ne deve parlare: abbiamo letto con stupore l’ordine del giorno della prossima convocazione, nel quale si parla di tutto tranne che del vero tema per i cittadini brianzoli: la pandemia, l’emergenza in corso, la necessità di costruire una rete forte ed efficiente tra le istituzioni per rispondere in maniera efficace” dichiara Pietro Virtuani, segretario del PD di Monza e Brianza.

hotspot brianzaVirtuani e Ponti (PD): "Su 6 hotpost per la diagnosi da Covid-19 che la Regione guidata da Fontana e Gallera ha inaugurato nella nostra Provincia, 4 sono tra Limbiate e Varedo, due comuni della zona ovest al confine con la città metropolitana.

medico famigliaPonti (Pd): “Alla Regione chiediamo più borse di studio e spazi per aprire nuovi ambulatori”. La mancanza di medici di famiglia, già da tempo critica, si è aggravata ancora di più. Al 1 settembre scorso i medici in servizi erano 718, a mancare all’appello erano ben 55.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito