PD Monza e Brianza

maroni mantovani092015Ma a pagare non deve essere la sanità. Maroni ritira e assume le deleghe sulla sanità al forzista Mantovani? Non ci interessano gli assetti di potere e i litigi nel centrodestra, ma che i cittadini paghino meno ticket per una sanità che funzioni al meglio.

Abbiamo criticato duramente Mantovani in questi due anni e mezzo di assessorato dunque nessun rimpianto, ma il tema oggi è se questo nuovo e necessario rimpasto frenerà anche l’attuazione di quelle novità che noi siamo riusciti ad inserire nella riforma sanitaria soprattutto su ticket, nomine dei dirigenti ed efficacia dei controlli.

Alessandro Alfieri, segretario regionale del PD

anteprima1
27 - 31 agosto 2015 | via Nazzario Sauro, Villasanta.
Quest'anno la provincia di Monza e Brianza torna ad avere una propria festa de l'unità, e lo fa partendo da uno degli elementi più rappresentativi del nostro territorio, il Parco di Monza, che oltre ad ospitare l'evento è uno dei principali temi attorno al quale si svilupperanno i dibattiti.

sanita lombardia2015Il commento del capogruppo del Pd Enrico Brambilla. Nella riforma della sanità lombarda, approvata questa sera in Consiglio regionale dopo un lungo confronto, il Pd ha ottenuto ben sette delle dieci richieste di modifica avanzate alla vigilia dell’inizio della discussione in Aula. Il duro ostruzionismo delle opposizioni, che hanno presentato 25mila ordini del giorni e quasi tremila emendamenti, ha portato Maroni ad accettare di intavolare una trattativa che ha portato numerosi risultati.

bilancio lombardia2015Brambilla (PD): Sono 822 gli emendamenti presentati dal Partito Democratico al bilancio regionale 2015 – 2017 e si concentrano sugli investimenti per la casa, l’ammodernamento degli ospedali e delle scuole lombarde, il recupero ambientale e l’adeguamento delle carrozze del servizio ferroviario regionale, a partire dagli impianti di condizionamento. Le risorse per il Pd vanno trovate nelle risorse aggiuntive, altri 19 milioni di euro, per il referendum consultivo e dalle disponibilità generate dal decreto del Governo sugli enti locali, che permette alle Regioni di accendere ulteriori mutui derogando in parte all'obbligo di tenere il bilancio in pareggio.

trenord072015"È finita la luna di miele di Sorte e Farisè. È il tempo di fare un bilancio del primo semestre della nuova gestione del trasporto ferroviario regionale"
Così il capogruppo regionale del PD Enrico Brambilla ha esordito questa mattina in una conferenza stampa convocata al Pirellone per fare il punto della situazione e per verificare i risultati ottenuti in questi primi sei mesi da Trenord.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito