PD Monza e Brianza

treni 24102019 01Il PD si mobilita per il ripristino dell'abbonamento "solo treno" e tutelare i diritti dei pendolari. Online la petizione
15 presidi in altrettante stazioni della provincia di Monza Brianza, una raccolta firme online e cartacea per dire BASTA a Trenord e alla sua gestione fallimentare dei trasporti ferroviari. È la risposta del PD provinciale alla mobilitazione lanciata in tutta la Lombardia per tutelare i diritti dei pendolari a un servizio ferroviario finalmente all'altezza.

tutta altra storiaIl 15-16-17 ci sarà a Bologna una importante iniziativa del nostro Partito: tre giorni dedicati all'elaborazione e alla riflessione politica. Fare questa discussione è assolutamente necessario, perché le grandi sfide del nostro tempo hanno bisogno di una presa di consapevolezza e di un approfondimento che purtroppo molte volte è mancato. Solo con analisi vera e approfondita possiamo definire la prospettiva dei democratici e avere la capacità di incidere nei processi e non di subire gli eventi.

comunicato treniGettare fumo negli occhi: è quanto sta facendo la Lega per cercare di gestire le innumerevoli proteste dei 25.000 pendolari ferroviari che dal 1 ottobre si ritrovano un aumento del 40% per lo stesso inqualificabile servizio. È di ieri l’ultimo tentativo, ai limiti della spudoratezza, di cercare di addossare la responsabilità degli aumenti al Partito Democratico e ai sindaci del centrosinistra, a partire da quello di Milano Beppe Sala per arrivare a quelli della nostra provincia, in particolare a Roberto Corti, Alberto Rossi e Roberto Invernizzi, già Presidente della Provincia di Monza Brianza.

metro verdeCon un incontro che ha visto coinvolti i rappresentanti a tutti i livelli del Partito Democratico in Parlamento, Consiglio Regionale, Provincia e dei Comuni coinvolti di Brugherio, Agrate, Concorezzo e Vimercate è emersa una solida condivisione del sostegno al nuovo progetto di collegamento tra Cologno Nord e Vimercate.

bg tesseramentoQuesto è il weekend della mobilitazione del PD. Nella nostra provincia ci saranno più di 40 appuntamenti di ascolto, confronto e informazione, così da valorizzare il ruolo dei circoli e allargare il nostro dibattito.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito