gov renzi berlusconiNel maggio 2008 - quando Berlusconi si è insediato - gli occupati erano 23,13 milioni, nel novembre 2011 - quando Berlusconi si è dimesso - gli occupati erano 22,56 milioni.
Si sono cioè persi 570 mila posti di lavoro.

Nel febbraio 2014 - quando Renzi si è insediato - gli occupati erano 22,15 milioni, a settembre 2017 - ultimo dato disponibile, sotto il governo Gentiloni - gli occupati erano 23,13 milioni.
Si sono cioè guadagnati 987 mila posti di lavoro.

Nel maggio 2008 - quando Berlusconi si è insediato - la disoccupazione totale era al 6,7%, e quella giovanile al 21,4%. Nel novembre 2011 - quando Berlusconi si è dimesso - la disoccupazione totale era al 9,3%, e quella giovanile al 31,4%.
Sono aumentate quindi sia la disoccupazione totale (+2,6%) che quella giovanile (+10%).

Nel febbraio 2014 - quando Renzi si è insediato - la disoccupazione totale era 12,3%, e quella giovanile 42,3%. Nel settembre 2017 - ultimi dato disponibile, sotto il governo Gentiloni - la disoccupazione totale era al 11,1%, e quella giovanile al 35,7%.
Sono diminuite quindi sia la disoccupazione totale (-1,2%) che quella giovanile (-6,6%).

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito