PD Monza e Brianza
scelgoilPD

k flex 022017Azienda chimica a conduzione familiare in espansione nasce nel 1989 a Roncello produce isolanti in gomma, raggiungendo una qualità del prodotto che la rende tra le migliori, si sviluppa molto negli ultimi decenni, aprendo aziende in tutto il mondo. Il bilancio è in attivo, ma la proprietà sta decidendo di delocalizzare la produzione italiana in Polonia, mettendo a rischio tutti i lavoratori del sito di Roncello. Per questo sono in sciopero permanente dal 24 gennaio e intendono proseguire fino a che non si apre una trattativa.

In questi anni questi lavoratori sono stati disponibili a mettersi in gioco con turni e orari: c'è grande solidarietà tra loro, sono tutti molto compatti e pronti a confrontarsi e discutere, anche ad accettare altri sacrifici.

La dirigenza del PD brianzolo, i nostri rappresentanti in regione e in Parlamento sono andati più volte ad incontrarli e sostenerli e loro sono stati felici di poter spiegare la loro storia e le loro ragioni, di confrontarsi sulle mosse da compiere: un'audizione in commissione lavoro di Regione Lombardia e una convocazione al MISE.

"L’azienda si sottrae al confronto e avvia contestualmente la procedura di licenziamento collettivo per 187 persone. Questo comportamento è inaccettabile in particolare quando ci sono in ballo la vita delle persone, posti di lavoro e quindi il destino di centinaia di famiglie."

Ad affermarlo in una nota è il viceministro allo Sviluppo economico, Teresa Bellanova dopo che si è tenuto presso il ministero dello Sviluppo economico un incontro sulla vertenza K-Flex. All’appuntamento, presieduto dalla viceministro, erano presenti le organizzazioni sindacali, rappresentanti della Regione Lombardia ma non la proprietà.

Bellanova aveva subito accettato la richiesta di seguire la vicenda è assunta l’impegno di riconvocare rapidamente le parti."Richiamo la proprietà al senso di responsabilità non dimostrato in questa circostanza", ha concluso.

Una delegazione dei lavoratori è stata invitata all’Assemblea provinciale del PD MB sabato 11 febbraio e ha accettato volentieri di venire a portare la propria testimonianza, in attesa della convocazione di un secondo tavolo al Ministero.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito