PD Monza e Brianza
ban alto futuro

SA nov2016 smallSettimana prossima ricomincia la scuola degli Amministratori; è il quarto modulo che facciamo, e questa volta tratteremo il tema dell'urbanistica, che è uno dei più complessi e anche affascinanti per chi amministra, per chi amministrerà e per chi vuole capire meglio le cose.

Siamo tutti presi con la campagna referendaria, ma è sempre molto importante sviluppare le capacità che ci consentono di amministrare meglio i nostri comuni.

La scuola di formazione è anche una grande occasione per fare gruppo e conoscerci tutti.
Amministrare insieme è meglio che amministrare da soli.

siMB imgfoto MBNEWS. Camillo ChiarinoQuesta settimana è stato finalmente presentato il Comitato di Monza e Brianza per il Sì. Tante persone intervenute che ci hanno portato ciascuna almeno un motivo diverso per votare sì: per avere istituzioni più efficienti e vicine ai cittadini, riguadagnare il rispetto per le istituzioni e la politica, identificare meglio le responsabilità e avere competenze più chiare su tutto il territorio nazionale.
Ecco il resoconto dell'iniziativa di presentazione a opera di un giornale locale. 
Ed è anche nato il Comitato della Sinistra per il Sì

SiComitatoMB261016Mercoledì prossimo 26 ottobre alle 19.00 al binario 7 di Monza, sala D, verrà presentato il Comitato provinciale per il Sì al referendum; verrà nell'occasione presentato l'appello "UNA RIFORMA PER LA FIDUCIA, IL LAVORO E LO SVILUPPO" firmato da numerosi esponenti dei diversi mondi che arricchiscono la vita del nostro territorio, dimostrando anche così che questa riforma travalica i confini politici e può parlare a tantissimi perché è condivisibile nel merito dei contenuti.

In queste ore l'appello verrà diffuso online e diventerà patrimonio comune.

buon compleanno pdInnanzitutto buon compleanno a noi, il Partito democratico. Un progetto che era nelle menti e nei cuori di tanti, che finalmente si realizzò attraverso una grande partecipazione popolare all'atto della sua fondazione. Quel partito politico aveva radici importanti nelle più nobili tradizioni politiche del nostro paese, ma allo stesso tempo nasceva per innovare profondamente la politica italiana. Oggi quel partito, il nostro partito, è al governo del paese ed è impegnato in una sostanziale opera di riforma che il 4 dicembre vivrà una tappa fondamentale. 
Ma credo che sia giusto anche ricordarci di due degli scopi per cui nasceva il PD nove anni fa: produrre una nuova cultura politica (un partito per il XXI secolo) e rinnovare profondamente la partecipazione dei cittadini (unire politica e società).

pensionati 30092016Questa è una buona settimana: dopo settimane di trattative, è stato siglato tra governo e parti sociali l'accordo sulle pensioni.

L'accordo prevede un'azione di equità sociale attraverso il sostegno alle pensioni più basse e l'attivazione di forme di flessibilità in uscita. In generale però, vorrei soffermarmi sull'aspetto politico di questo accordo, cioè sul successo di realizzare cambiamenti importanti attraverso il dialogo e la condivisione.

autunno24092016Nino Nespoli (1898-1969)Oggi sono 100 anni dalla nascita di Aldo Moro. Lo vogliamo ricordare anche nella nostra newsletter, attraverso le belle parole di Sergio Mattarella, nel discorso di oggi: “Il suo drammatico e crudele assassinio ha sottratto alla Repubblica una figura di rilievo centrale. Ripensare compiutamente Aldo Moro, e la sua intera vita, nella sua dimensione umana, in quella culturale, in quella politica e in quella spirituale, costituisce oggi un atto di libertà, una vittoria contro i terroristi e la loro violenza, un risarcimento all’intero Paese”.

nizza14072016Siamo tutti sconvolti per quello che è successo a Nizza ieri sera. Più in generale, siamo davvero preoccupati per questo nostro tempo, nel quale i luoghi delle stragi si moltiplicano e la paura invade sempre più spesso le città europee. Non è semplice, il pensiero dei morti di ieri sera, gli ultimi di una lunga serie di attentati, a Parigi, Bruxelles, Istanbul, Dacca, i continui attentati e le continue guerre in Medio Oriente e in Africa, ci porta a interrogarci su quale mondo ci troviamo davanti agli occhi, quale mondo conosceremo nei prossimi anni, quale mondo lasceremo in eredità.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito