PD Monza e Brianza
scelgoilPD

sole sorgePurtroppo le elezioni americane non sono andate come speravamo.
Avremmo voluto che la stagione di Obama proseguisse ancora, attraverso il primo Presidente donna della storia degli Stati Uniti, invece ha vinto Donald Trump. La delusione e la preoccupazione, e direi anche la disperazione e l'angoscia le abbiamo provate tutti quando abbiamo appreso la notizia: ma poi subentra la razionalità: come ha detto lo stesso Obama, comunque vada il sole domani sorgerà ancora. E soprattutto arriva il desiderio di capire cosa sia successo, di capire la ragione, per poter impedirlo un'altra volta, per poter vincere e convincere noi.

In queste ore abbiamo sentito le interpretazioni più disparate: dalla rivolta contro le élite alla sinistra che deve spostarsi a sinistra (o al centro) per vincere, e così via. In questo momento mi sento di dire solo una cosa: regole certe non esistono. Non siamo, noi democratici, noi cittadini che amano la politica, degli esecutori di piani prestabiliti che conducono certamente a un esito. Mi sembra che facendo politica, e quindi provando a comprendere, a interpretare la realtà, per cambiarla, si impari più sulla sua complessità che sulla sua semplicità. E quindi, con curiosità e umiltà, occorre mettersi in marcia per affrontare le sfide che ci riguardano.

In particolare, il referendum Costituzionale: come variegato è il fronte del no e le motivazioni che lo sostengono, così è il nostro, il fronte del sì. Non sappiamo per certo se sia meglio insistere sull'efficienza del sistema, sulla rapidità, sui costi della politica, sulla democrazia decidente, sul luogo della sovranità, sugli articoli che non cambiano o su quelli che cambiano, quando presentiamo la riforma. Sappiamo però che dobbiamo tutti fare il massimo, ciascuno con le sue peculiarità e ciascuno rispettando la sensibilità e le peculiarità dell'altro; se la carta che sicuramente abbiamo in più degli altri siamo noi stessi, ovvero una comunità di donne e uomini, è importante non abbandonare la coerenza delle nostre idee e delle nostre battaglie, qualsiasi sia il clima che andiamo affrontando.
Lasciamo ai democratici di fare i democratici, e giochiamo tutti fino in fondo la sfida.

Pietro Virtuani, Segretario provinciale del Partito Democratico di Monza e Brianza

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito