PD Monza e Brianza
scelgoilPD

un partitoL'incertezza di queste ore rende molto difficile preparare la newsletter di oggi. Sabato la nostra assemblea è stata un bel momento; ringrazio quanti di voi sono venuti e intervenuti, nonché i lavoratori della K-Flex che hanno accettato il nostro invito. L'impegno per difendere la dignità del lavoro, le prospettive di sviluppo e innovazione che una azienda leader nel suo settore porta al nostro territorio è una nostra priorità, che si sostanzia di gesti "simbolici" quali gli inviti e la presenza al presidio e atti concreti all'interno delle istituzioni e nel Partito attraverso l'elaborazione progettuale.

Aprire la nostra assemblea con loro è stato molto importante, anche per questi motivi, e per ancorare la discussione che ne è seguita a uno dei capisaldi del nostro impegno e delle ragioni del nostro stare insieme. Proprio in questi giorni, nei quali l'unità del Partito è messa così fortemente in discussione.

Di fronte a questo, prima come risultato del nostro dibattito di sabato in Assemblea provinciale, poi, a seguito della direzione nazionale di Roma, martedì in Segreteria regionale, abbiamo scritto due appelli rispetto alla situazione nazionale e al congresso che verrà.

Non si vogliono tacere i problemi che ci sono; si vuole ribadire la disponibilità ad affrontarli.
Non si vuole far finta di non sapere che da anni il nostro Partito fatica a ricostruire i luoghi per una discussione vera sui contenuti; si vuole affermare la volontà di costruirli e provare a riempirli di idee. 

Non si vuole chiedere ad altri di essere responsabili; si vuole chiedere a tutti di fare la propria parte, perché come qualcuno ha ricordato bene in Assemblea sabato, "prima viene il Paese; poi viene il Partito; poi viene il singolo".
Questo è essere un Partito.

Petro Virtuani, Segretario provinciale del Partito Democratico di Monza e Brianza

Leggi la NewsLetter completa

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito