PD Monza e Brianza
scelgoilPD

crescita gori ius soliCome detto nella newsletter precedente e nella riunione dei Segretari di Circolo, sono attivi i Comitati X Gori; invitiamo tutti i circoli ad attivarsi per promuoverli, riflettendo sulla propria realtà cittadina e capendo così come utilizzare i comitati per radicare meglio il messaggio della nostra prossima campagna elettorale.

In questi giorni arrivano ulteriori conferme dall'Istat e dall'Ocse che i dati dell'economia italiana sono buoni, il paese cresce e i posti di lavoro aumentano; di fronte a queste notizie, da un lato si legge una conferma degli effetti positivi della nostra stagione di riforme, dall'altro il timore che si potesse fare comunque di più e che c'è ancora moltissimo da migliorare. Mi sento di dire che il riformismo è accettare e sostenere un cambiamento imperfetto, progressivo, da alimentare costantemente attraverso un paziente lavoro quotidiano. Consapevoli che anche dati positivi non ci sollevano dalla possibilità di migliorare ancora, di correggere errori e imperfezioni, ma senza per questo non essere contenti e non rivendicare con forza i risultati ottenuti.

Domenica siamo stati ancora a Seregno, per un nuovo presidio sulla legalità in una città ferita dalle ultime vicende; l'ipotesi del commissariamento per mafia è ancora una delle possibili evoluzioni di quanto accaduto; come PD, insieme al circolo di Seregno, occorre da un lato continuare a tenere alta la bandiera della legalità e trasparenza, dall'altro aiutare una comunità a ritrovare le ragioni del proprio stare insieme per indicare una prospettiva futura verso cui coinvolgere quanti hanno a cuore il bene pubblico e l'attenzione alla persona.

Infine, tema Ius Soli. Da sempre è una nostra battaglia, che si è incardinata su una proposta di legge molto equilibrata. Il nostro obiettivo è l'approvazione, per portare finalmente avanti il nostro paese su questo aspetto, e per concludere bene una legislatura che ha visto un ampliamento importante dei diritti. Il tema non è tanto la fiducia e lo sciopero della fame in sé, quanto usare gli strumenti che consentono di raggiungere il risultato; in questo senso, ben vengano manifestazioni politiche che ricordino l'importanza della legge, ben venga il voto di fiducia se consente di tenere insieme la maggioranza necessaria.
Abbiamo imparato che in politica si può vincere e si può perdere, l'importante è combattere le battaglie che è giusto combattere; se riusciremo ad approvare lo Ius Soli sarà un grande passo avanti, se non ci riusciremo sono certo che riprenderemo dal giorno dopo un lavoro prezioso e costante per arrivarci domani, come abbiamo fatto altre volte, come stiamo facendo anche adesso, su altre questioni.

Petro Virtuani, Segretario provinciale del Partito Democratico di Monza e Brianza

Leggi la newsletter completa

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito