per vincereDopo sabato scorso con la presentazione a Milano della candidatura di Giorgio Gori a Presidente della Lombardia, siamo tutti più consapevoli che un'alternativa al governo delle destre di questi anni è possibile. E' possibile non solo per le qualità personali del nostro candidato, non solo per la buona amministrazione di Bergamo, ma perché abbiamo visto una grande comunità pronta a mettersi in gioco per cambiare. L'importanza di tenere insieme culture politiche diverse, la profonda conoscenza della nostra regione e dei suoi diversi aspetti (dalla zona metropolitana alle valli, alle montagne e alla pianura, dalle fasce di popolazione inserite ai massimi livelli del tessuto produttivo alle numerose forme ancora esistenti di emarginazione ed esclusione sociale), la volontà di aprirsi all'Europa e al futuro, la necessità di non fare sconti alle destre e al loro (non) governo di questi anni, fatto di proclami, scarico di responsabilità su altri enti e riforme conservatrici che non hanno realizzato gli obiettivi che si ponevano, fossero l'unire il sociale con la sanità o tutelare ambiente e aree verdi.

renzi lissone145Credo che si possa essere tutti soddisfatti della giornata di ieri. 
Abbiamo avuto l'opportunità di raccontare a Matteo Renzi una delle realtà più importanti del nostro territorio, la filiera del mobile e del design, e di farlo all'interno di un grande progetto di ascolto del Partito Democratico.

andiamo avanti10112017Mentre il dibattito nazionale continua ad accendersi su cose come la data delle elezioni, le alleanze e lo schema di gioco, credo sia giusto portare l'attenzione su almeno due fatti ugualmente importanti: è stata approvata dalla Camera la legge per il nuovo codice dello spettacolo, che ha visto il nostro Roberto Rampi tra gli artefici; prosegue la discussione sulla legge di bilancio, che verrà approfondita anche da noi nelle prossime settimane, come fatto in passato.

obiettivo 2018Il PD lavora e Giorgio Gori è ufficialmente in corsa.
Settimana scorsa a Napoli il PD ha gettato le basi per il lavoro che ci prepariamo a fare per i prossimi anni.
Come purtroppo speso capita nel dibattito a cui assistiamo ormai da molto tempo, l'attenzione che si riesce a dare ai momenti di elaborazione culturale, politica, ai famosi temi, contenuti, non pareggia e non supera mai lo spazio delle polemiche, delle schermaglie, dei retroscena. Io penso tuttavia che sia un risultato notevole che un grande Partito abbia tenuto una conferenza programmatica nella quale cominciare a costruire il proprio messaggio per l'Italia.

responsabilitaIeri in Consiglio provinciale abbiamo discusso le linee programmatiche per il mandato del prossimo Presidente. Come Brianza Rete Comune (il gruppo che unisce PD, sinistra e mondo civico), abbiamo rimarcato come in questi anni sia stato fatto un lavoro che è partito da un dato di realtà, i cambiamenti in atto (la legge Delrio), i cambiamenti attesi e poi disattesi (la riforma costituzionale), la situazione effettiva del bilancio della provincia, la cui problematicità non abbiamo mai mancato di denunciare e di portare sui tavoli di discussione.

lavoroQuesta settimana sono partiti i nostri tre gruppi di lavoro sul programma per le regionali: lavoro e sviluppo economico, ambiente territorio e trasporti, sanità e sociale.
Il lavoro da fare è tanto, ma credo che questi incontri ci confermano la grande ricchezza umana del nostro partito, nonché le grandi potenzialità che la nostra Regione potrebbe liberare con un governo a guida PD.

10anniPDDomani, 14 ottobre, il nostro Partito compie dieci anni.
Presi come siamo dalle vicende quotidiane, che siano la legge elettorale con tutto ciò che ne consegue (funzionamento, effetti, modalità con cui si potrà arrivare all'approvazione) o il lavoro giornaliero che facciamo nei nostri circoli, nei nostri Comuni, in Provincia, rischiamo di non dare il giusto risalto a un anniversario come questo; non solo perché per come è andata configurandosi la politica italiana negli ultimi tempi, affollata di movimenti, partitini personali, cartelli elettorali, sigle e simboli che durano lo spazio di una elezione, 10 anni di un Partito vero sono effettivamente una notizia.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito