PD Monza e Brianza
banner tess alto

ritardi trenordPonti (PD): Sono iniziati in questi giorni i primi incontri tra Regione Lombardia e Trenord con i pendolari. Durante il primo Tavolo territoriale del servizio ferroviario, che ha riguardato il Quadrante Nord, quindi le linee Lecco, Sondrio, Monza e Brianza, Milano e Como, in cui era presente anche Gigi Ponti, consigliere regionale del Pd, è emersa chiaramente tutta la problematicità della gestione del servizio ferroviario.

treni lombardiaPonti (PD): «In Consiglio regionale abbiamo assistito alla dichiarazione del fallimento dell’amministrazione sul trasporto ferroviario. I pendolari lombardi devono rassegnarsi ad almeno due anni di passione e disagi. Inoltre in Brianza è prevista la soppressione totale della linea Seregno-Carnate: una scelta improvvida che toglie servizi ai comuni della Brianza, un’area che già ha un deficit d’offerta importante.

snia varedo 22102018Ponti (PD): Sul recupero dell’ex Snia di Varedo interviene il Gruppo regionale del Pd che ha depositato una mozione in cui impegna la Giunta a “intervenire per una valorizzazione delle aree e a ipotizzare nuovi progetti di investimento che trasformino l’attuale situazione di degrado in un sito di valore in campo produttivo e della ricerca per il sistema lombardo”.

milano meda 09032018Ecco la dichiarazione del nostro Consigliere regionale Gigi Ponti in merito alla situazione dei ponti della Milano-Meda

"Fontana ha chiarito che la Regione non ravvisa la necessità di chiudere i ponti della Milano-Meda, mettendo fine a una situazione incresciosa che proseguiva da ventiquattro ore.

ricetta sanitariaPonti (Pd): giusto ridurlo, ma resta iniquo. I consiglieri del Partito Democratico hanno dato parere favorevole, questa mattina in commissione sanità del Consiglio regionale, al taglio del superticket sanitario su visite ed esami. Il parere alla delibera di giunta è quindi passato all'unanimità, compresa la raccomandazione, voluta dal PD, che chiede che con atti successivi si dia seguito al dettato della legge regionale 23 del 2015, la riforma della sanità, ovvero che si prevedano interventi a favore delle fasce deboli e si proceda a modulazioni per reddito. Questa dicitura era entrata nella legge proprio su proposta del Pd, dopo una dura battaglia d'Aula, durante la discussione in Consiglio nell'Agosto del 2015.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito