PD Monza e Brianza
scelgoilPD

brambilla 340x190È stata depositata oggi giovedì 18 febbraio la mozione di sfiducia a Maroni annunciata ieri da Pd e Patto Civico con le firme di tutti e 22 gli esponenti dei due gruppi a cui si sono aggiunte quelle del M5S.

Il testo della mozione insiste sul tradimento della promessa della presidenza Maroni di interrompere la catena di scandali che aveva portato alla fine traumatica della scorsa legislatura. Questa volta, oltretutto, il tradimento dell’istituzione è avvenuto ad opera di un uomo di totale fiducia di Maroni, Fabio Rizzi vicesegretario della Lega Lombarda, “padre” della riforma sanitaria.

IL TESTO DELLA MOZIONE

La mozione di sfiducia al presidente della giunta è regolata dall’articolo 26 dello Statuto della Regione Lombardia e può essere richiesta da almeno sedici consiglieri. Una volta depositata, la mozione deve essere messa in discussione entro venti giorni (molto probabilmente nella seduta di martedì 1 marzo) e, se approvata da almeno quarantun consiglieri su ottanta, comporta le dimissioni della Giunta e lo scioglimento del Consiglio, dunque la fine della legislatura.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito