PD Monza e Brianza
scelgoilPD

cons reg lomb 062015Brambilla (PD): si chiama semplificazione ma é solo confusione. Abrogata la legge sui nomadi.
Il Pd non ha partecipato al voto sulla legge “di semplificazione” approvata questa sera a maggioranza in Consiglio regionale. La decisione è in linea con la decisione di presentare, a inizio discussione, una pregiudiziale di legittimità e una “questione sospensiva”, per l’incoerenza di un testo che tradisce quanto previsto dalla legge istitutiva, ovvero che la legge di semplificazione deve unicamente semplificare la normativa vigente e non può essere utilizzata come un provvedimento omnibus.

La nuova norma, tra le altre cose, cancella la legge che dà ai comuni strumenti per l’integrazione delle popolazioni tradizionalmente nomadi e introduce uno sconto del 10% sul bollo auto per le grandi flotte. Sono stati ritirati, invece, l’aumento di 500mila euro della dotazione per i patrocini della Regione e l’abrogazione della legge a sostegno dell’integrazione europea.

“Abbiamo tentato di attenuare gli effetti negativi di questa legge, e in parte ci siamo riusciti – dichiara il capogruppo Pd Enrico Brambilla -, ma rimane il fatto che anziché semplificare il Consiglio ha creato più confusione su molte materie. La norma, tra l’altro, apre un vuoto legislativo sugli strumenti a disposizione dei comuni per governare la presenza di nomadi sul proprio territorio, introduce uno sconto fiscale per le grandi flotte automobilistiche e il solito condono per chi non ha pagato il bollo auto. La chiamano semplificazione, ma non lo è”.

Milano, 30 giugno 2015

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito