PD Monza e Brianza
scelgoilPD

bilancio lombardia2015Brambilla (PD): Sono 822 gli emendamenti presentati dal Partito Democratico al bilancio regionale 2015 – 2017 e si concentrano sugli investimenti per la casa, l’ammodernamento degli ospedali e delle scuole lombarde, il recupero ambientale e l’adeguamento delle carrozze del servizio ferroviario regionale, a partire dagli impianti di condizionamento. Le risorse per il Pd vanno trovate nelle risorse aggiuntive, altri 19 milioni di euro, per il referendum consultivo e dalle disponibilità generate dal decreto del Governo sugli enti locali, che permette alle Regioni di accendere ulteriori mutui derogando in parte all'obbligo di tenere il bilancio in pareggio.

Ecco le proposte del Pd: 50 milioni per l’edilizia scolastica, 19 milioni per l’offerta abitativa, 19 milioni per il condizionamento delle carrozze dei treni, 15 milioni per il completamento della Paullese, 13,7 milioni per gli ospedali di Vimercate (MB), Casorate (PV) e Bozzolo (MN).

Il Pd chiede inoltre lo stanziamento di risorse per i contratti di solidarietà (2 milioni), per l’assistenza ai disabili sensoriali (12 milioni), per lo sviluppo del territorio dei piccoli comuni montani (7 milioni), per la salvaguardia di fiumi e canali (6 milioni), per le stazioni ferroviarie non presenziate (2 milioni).

Oltre a ciò il Pd si appresta a votare l’emendamento “strappato” alla maggioranza sul tavolo della trattativa sulla riforma della governance della sanità: 45 milioni subito e, grazie a un ordine del giorno bipartisan, prima firma il capogruppo democratico Enrico Brambilla, altri dieci nel bilancio preventivo 2016 per l’esenzione dal superticket su visite ed esami dei redditi fino a 30mila euro e la rimodulazione non più per valore della prestazione, com’è oggi, ma per fasce di reddito.

“Il Governo – dichiara il capogruppo Brambilla - ha messo a disposizione nuove risorse e noi chiediamo che la Regione li impieghi per investimenti su settori importanti per le esigenze quotidiane dei cittadini: dagli alloggi ai treni, dalle scuole agli ospedali e alle infrastrutture. Chiediamo di impegnare meglio anche gli inutili ulteriori diciannove milioni per il referendum consultivo sull’autonomia”.

Milano, 28 luglio 2015

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito