PD Monza e Brianza
scelgoilPD

roberto corti sindacoLa nostra solidarietà a Lucrezia Ricchiuti e Roberto Corti che oggi sono sotto gli attacchi strumentali e diffamatori di chi vuole trascinare Desio nel passato. Quel passato spazzato via dall'indagine Infinito e da 5 anni di buon governo amministrativo.
Siamo certi che domenica 19 i cittadini di Desio sapranno scegliere tra chi, pur di strappare qualche voto in più, alza polveroni confusi e infanga l'onorabilità e la storia delle persone e tra chi vuole continuare nel cambiamento. Forza Desio. Forza Corti.

comunicato della Senatrice Lucrezia Ricchiuti

Ricchiuti022015La LEGA NORD è disperata: Zanello è come un bambino sperduto che chiama papà. Grimoldi ricorre alla diffamazione perché non ha più argomenti. Con i soldi del risarcimento mi rifarò casa con i pomelli d’oro.

Il candidato Zanello corre da papà Grimoldi che, da deputato, pensa di essere al riparo dalla mia iniziativa giudiziaria. Avvalendosi della sua immunità parlamentare, mi diffama e cementa nella menzogna l’alleanza tra chi ha nostalgia dei gruppi di potere che popolano l’indagine Infinito ed estrema destra.
Tutti sanno che la mia mansarda non è abusiva.
Tutti sanno che non ci ho mai abitato. 
Tutti sanno che la casa dove abito non è un abuso edilizio da alcun punto di vista. La mia domanda di sanatoria è una mera richiesta di regolarizzare la pianta catastale. 
Non ho mai commesso reati. 
Non ho mai costruito un centimetro cubo di abuso edilizio.
Gli ambienti oscuri che hanno infestato gli uffici del Comune e fatto affari per anni sono stati sbattuti fuori da 5 anni di buon governo della città di Roberto Corti, il miglior sindaco che Desio abbia mai avuto in una intera generazione.
Chi mi rimprovera il moralismo è perché non è riuscito a voltare pagina rispetto a un recente passato torbido che ha visto protagonisti noti esponenti politici della nostra città.
Con me non attacca. Nessuno può intimidirmi. L’on. Grimoldi verrà querelato oggi stesso insieme ai suoi accoliti e il signor Claudio Fiore rimpiangerà l’uso incauto della sua penna diffamatoria.

comunicato del Sindaco e candidato Roberto Corti

roberto corti candidatoLA LEGA, GRIMOLDI e ZANELLO SONO DISPERATI PERCHÉ HANNO CAPITO CHE PERDERANNO E SI INVENTANO DI TUTTO

Le dichiarazione rilasciate dall’onorevole Grimoldi, da Zanello e da Villa in merito alla supposta “sanatoria a mansarda abusiva” concessa dalla mia giunta denotano disperazione, scarsa conoscenza delle norme e contengono chiari contenuti diffamatori per i quali ognuno delle persone citate dovrà rispondere nelle sedi opportune. Credo si prospetti per me e la mia giunta una vecchiaia serena ed agiata.

Andiamo con ordine.

Primo: la giunta non tratta pratiche edilizie, che sono di competenza degli uffici, quindi noi non abbiamo deliberato nulla e di conseguenza i documenti che Grimoldi e company, dichiarano essere nelle loro disponibilità non ci sono. Faccio notare che la giunta deliberà con atti che poi vengono firmati da me ed il segretario, quindi siccome atti di questo tipo non esistono e non esisteranno neanche nel futuro ma Grimoldi e company dichiarano di averli, li invito a tirarli fuori, altrimenti è evidente a tutti che ci hanno diffamato e loro e tutti quelli che dichiareranno questo tipo di falsità saranno querelati.

Secondo: Le pratiche edilizie sono gestite dagli uffici e nessun organo politico (assessore o sindaco) partecipa alla commissione edilizia, perché vietato dalla legge; inoltre essa è costituita da soli tecnici ed esprime pareri in merito alla pratiche presentate.
Da una verifica fatta non mi risulta ci siano pratiche edilizie concluse relative alla senatrice Ricchiuti o persone a lei vicine. Di sicuro non ci sono pratiche di sanatoria di abusi edilizi, mentre è depositata una pratica per la sistemazione di un paio di tavolati di divisione della mansarda. Su tale pratica, tra l’altro molto comune, è espresso anche il parere favorevole della commissione edilizia.
Queste informazioni sono nella disponibilità dei consiglieri Villa e Commatteo che stamattina hanno richiesto copie dei documenti relativi e quindi è evidente come la vicenda sia oggetto di strumentazioni elettorali e di abbondanti falsità, in quanto le informazioni corrette sono nelle loro disponibilità

Terzo: faccio notare come l’on. Grimoldi che attacca tanto la casta, sia il primo a sfruttarla, usando l’immunità parlamentare a scudo delle dichiarazioni false che rilascia.

Quarto: Zanello pensi alla sua di dignità e si renda conto d’averla persa nel momento in cui ha deciso di venire a Desio a fare un lavoro da funzionario di partito e che per tentare di vincere si è imbarcato quello che cinque anni fa il centro sinistra e la lega avevano mandato a casa dopo gli esiti dell’indagine infinito.

Desio in questi cinque anni è cambiata ed ancora di più lo farà nei prossimi anni grazie alla nostra amministrazione. Si mettano il cuore in pace e se ne facciano una ragione!

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito