pensionati 30092016Questa è una buona settimana: dopo settimane di trattative, è stato siglato tra governo e parti sociali l'accordo sulle pensioni.

L'accordo prevede un'azione di equità sociale attraverso il sostegno alle pensioni più basse e l'attivazione di forme di flessibilità in uscita. In generale però, vorrei soffermarmi sull'aspetto politico di questo accordo, cioè sul successo di realizzare cambiamenti importanti attraverso il dialogo e la condivisione.

autunno24092016Nino Nespoli (1898-1969)Oggi sono 100 anni dalla nascita di Aldo Moro. Lo vogliamo ricordare anche nella nostra newsletter, attraverso le belle parole di Sergio Mattarella, nel discorso di oggi: “Il suo drammatico e crudele assassinio ha sottratto alla Repubblica una figura di rilievo centrale. Ripensare compiutamente Aldo Moro, e la sua intera vita, nella sua dimensione umana, in quella culturale, in quella politica e in quella spirituale, costituisce oggi un atto di libertà, una vittoria contro i terroristi e la loro violenza, un risarcimento all’intero Paese”.

nizza14072016Siamo tutti sconvolti per quello che è successo a Nizza ieri sera. Più in generale, siamo davvero preoccupati per questo nostro tempo, nel quale i luoghi delle stragi si moltiplicano e la paura invade sempre più spesso le città europee. Non è semplice, il pensiero dei morti di ieri sera, gli ultimi di una lunga serie di attentati, a Parigi, Bruxelles, Istanbul, Dacca, i continui attentati e le continue guerre in Medio Oriente e in Africa, ci porta a interrogarci su quale mondo ci troviamo davanti agli occhi, quale mondo conosceremo nei prossimi anni, quale mondo lasceremo in eredità.

oltre le paureVenerdì scorso si è svolta la nostra assemblea provinciale, nella quale abbiamo cercato di discutere dei risultati elettorali e della situazione in Europa; lunedì si è svolta la direzione nazionale, sul medesimo tema.

Viviamo momenti difficili, nei quali il progetto dell'Unione Europea è stato messo fortemente in discussione, nel quale il nostro Partito ha incontrato una battuta d'arresto nelle elezioni comunali, nel quale la campagna referendaria, in partenza nelle scorse settimane, sta incontrando qualche difficoltà in più rispetto a quello che si poteva pensare mesi addietro. E in questo quadro, si aggiunge anche la vicenda uscita sui giornali che coinvolge il Ministro degli Interni e che sembra mettere a rischio la tenuta dell'esecutivo.

virtuani pietro web2016Stasera come vi abbiamo scritto settimana scorsa ci troviamo per fare il punto della situazione, alle 21.00 presso la sede della CGIL, rispetto all'esito delle elezioni, alla situazione europea, a quelle che sono le prossime sfide: il referendum costituzionale. Nel frattempo, abbiamo visto palesarsi le prime contraddizioni all'interno del M5S rispetto alle giunte che vanno via via componendosi, abbiamo visto riaprirsi il dibattito al nostro interno, abbiamo visto le prime reazioni dei leader europei di fronte alle scelte che si porranno per rilanciare il progetto dell'Unione Europea, e abbiamo tutti ascoltato la notizia che l'Italia entra nel Consiglio di Sicurezza dell'ONU; e purtroppo abbiamo ancora sentito di un attentato terroristico, a Istanbul questa volta, che oltre al cordoglio per le vittime, ci ricorda quanto sia instabile la situazione nazionale e quanto sia necessaria la politica per rispondere e governare i processi. 

virtuani pietro web2016Il Segretario nazionale ha detto che dopo le elezioni, si entrerà con il lanciafiamme nel partito. Un mio caro amico ha commentato che più che il lanciafiamme, servirebbe un esorcista, o uno psicologo...

Al di là delle battute e delle espressioni colorite, abbiamo tutti più volte lamentato lo stato di trascuratezza in cui da un po' di tempo il Partito si trova. Una situazione che non ci consente di affrontare nodi che ci portiamo dietro da moltissimi anni:

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito